+SERVIZI , Misure

Blower Door Test

Domenico Pepe on Gennaio 1, 2000

Il Test di tenuta all’aria è utile per verificare la permeabilità all’aria dell’involucro edilizio.

 

Tramite il “blower door test” viene valutata l’ermeticità di un edificio. Il metodo permette di determinare il tasso orario di ricambio dell’aria causato dalle fessure presenti nell’involucro edilizio, dovute all’imprecisa posa di porte e finestre o alla presenza di cavi elettrici passanti, condutture del gas oppure a generici difetti di costruzione, dimostrando oggettivamente l’origine delle perdite di ventilazione. La prova viene effettuata chiudendo tutte le aperture verso l’esterno e azionando un ventilatore posto a momentanea sostituzione di una finestra o di una porta; alla ventola sono collegati gli strumenti che misurano la differenza di pressione tra interno ed esterno. I test vengono effettuati con l’ausilio di termocamera per meglio individuare i punti critici e ottimizzare la tenuta all’aria. Il test fornisce un’indicazione globale sulla qualità costruttiva permettendo di evitare le seguenti problematiche: condense interstiziali con conseguente degrado dei componenti edilizi, sbilanciamento della ventilazione meccanica, incremento dei consumi energetici, passaggio incontrollato di rumore, passaggio incontrollato di inquinanti dall’esterno verso l’interno, ecc.

Diapositiva2

 

Blower Door Test Metodo A:

Il Metodo A può essere effettuato solo quando tutte le finiture sono complete incluso l’installazione dei sanitari.

Successivamente alla prova verrà rilasciata documentazione attestante il risultato della prova con certificazione del risultato secondo UNI EN 13829:2002 del valore n50 sottoscritto da tecnico abilitato.

Le immagini seguenti mostrano i valori desunti dal test in pressione e depressione ai vari livelli di differenza di pressione.

BDT pressione e depressione

Blower Door Test Metodo B:

Il Metodo B può essere effettuato anche al grezzo avanzato (serramenti già installati) per individuare precocemente eventuali perdite della tenuta all’aria; si consiglia quindi di effettuare tale misura quando ancora non sono state installate le finiture interne così da permettere le correzioni necessarie.

Le immagini seguenti mostrano – tramite termocamera – le infiltrazioni provenienti dal camino e di fiancheggiamento al soffitto. E’ significativo il fatto che il camino, durante il Metodo B, non fosse a tenuta all’aria determinando la possibilità di infiltrazione di gas (CO2 o CO) nell’ambiente abitato. Il test ha permesso di individuare le perdite in modo che il committente ha potuto decidere dove e come sigillare.

Termocamera

(i colori sulla tonalità blu-fredda indicano l’aria fredda proveniente dall’esterno)

 

per approfondimenti:

 

AR ZH-CN NL EN FR DE IT PT RU ES