+DICONO DI NOI , Stampa

2016 01 15 Messaggero Veneto – Il condominio del futuro è realtà

Domenico Pepe on Gennaio 17, 2016

16 01 15 12473766_1101218059910820_4282125648588421760_o

 

 

 

Il quotidiano Messaggero Veneto di Venerdì 15 Gennaio 2016 ha dedicato un ampio articolo all’intervento “Residenza Girasole”.

Riportiamo di seguito un estratto dell’articolo:

Il condominio del futuro è realtà
Fiume Veneto, oggi l’inaugurazione. Anticipa di 10 anni le direttive europee sul risparmio energetico
di Andrea Sartori
FIUME VENETO. E’ il condominio del futuro, con consumi energetici vicini allo zero e un basso impatto ambientale, tanto da anticipare di cinque anni quanto impongono le direttive europee. E’ la residenza Girasole, realizzata al civico 99 di viale della Repubblica a Fiume Veneto. Oggi, dalle 16 alle 18, i terrà un evento pubblico di inaugurazione. Il direttore dell’agenzia Ape Fvg, Matteo Mazzolini, consegnerà al legale rappresentante della ditta costruttrice Edil Zeta, Giancarlo Zanchetta, e al progettista Casaclima, Domenico Pepe, targhetta e certificato Casaclima classe A. L’edificio è certificato anche secondo il protocollo nazionale, ottenendo la classe A+. Non mancheranno neppure il sindaco Christian Vaccher e il presidente di Ance Pordenone, Walter Lorenzon. La progettazione architettonica e strutturale è stata realizzata dallo studio bfA+ di Oderzo.
All’inaugurazione si potranno osservare gli interventi nei locali del condominio. La classe energetica A certifica i bassi consumi energetici, tali da rendere lo stabile un edificio nZeb (ovvero Nearly zero energy building, edificio a energia quasi zero). Una tipologia che sarà obbligatoria, per effetto delle direttive europee recepite dall’Italia, per tutti gli edifici di nuova costruzione a partire dal 31 dicembre 2020. Per gli edifici pubblici il termine è il 31 dicembre 2018. Obblighi per i privati che la residenza Girasole ha dunque concretamente anticipato di cinque anni e, considerando la progettazione del 2011, di ben dieci.
Il condominio si sviluppa su quattro piani, con uno stile contemporaneo. E’ composto da 14 appartamenti su due corpi di fabbrica. Consuma tra l’85 e il 95 per cento in meno rispetto ai consumi medi italiani. Risultato ottenuto grazie anche alle pompe di calore e alla contabilizzazione del calore per la ripartizione dei consumi tra gli alloggi. Il sistema impiantistico integrato è composto anche da altre fonti d’energia rinnovabili, come il fotovoltaico.

Inoltre, è presente un sistema di recupero dell’energia per l’ascensore. Il sistema edificio-impianto è tale che tutta l’energia necessaria per la climatizzazione degli ambienti viene autogenerata, con un risparmio notevole sulle bollette dei residenti.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2016/01/15/news/il-condominio-del-futuro-e-realta-1.12784770

 

AR ZH-CN NL EN FR DE IT PT RU ES