F.A.Q.

“Ingegnere: Fotovoltaico o solare termico?”

Domenico Pepe on Gennaio 1, 2018

Il fotovoltaico ed il solare termico non sono in competizione tra loro; entrambi i sistemi  fanno parte delle F.E.R. – Fonti Energetiche Rinnovabili e quindi aiutano a ridurre le emissioni climalteranti di CO2.

Ognuno dei due sistemi rappresenta una valida alternativa per differenti contesti o per rispondere meglio ad una determinata richiesta dei committenti.

Se esistesse una risposta valida in assoluto, tutti vorrebbero acquistare solo quella e non esisterebbero alternative sul mercato.

Il fotovoltaico in generale è una buona soluzione per la produzione di energia elettrica mentre il solare termico è utilizzato per la produzione di acqua calda sanitaria.

Per entrambi i sistemi in generale è utile utilizzare la regola dei tre passaggi:

1 considerare quali sono le fonti che richiedono energia ed in quale forma
2 verificare prima se è possibile efficientare gli oggetti o i servizi che ne fanno richiesta per ridurre al minimo il fabbisogno
3 valutare il fabbisogno rimanente per dimensionare ed ottimizzare il generatore di energia

Senza i primi due passaggi si corre il rischio di sovradimensionare l’impianto senza ottenere un beneficio effettivo.

Una volta individuata la soluzione più efficace per rispondere alla richiesta si potrà procedere nel valutare le caratteristiche dell’installazione analizzando dapprima la “SCHEDA TECNICA” e, soprattutto, un certificato di un ente indipendente (CNR, Istituto Giordano, Fraunhofer institut, TUV ecc.) che ne validi i dati che serviranno nel calcolo.

 

 Revisione 01 – 20/07/2017

 

Preghiamo tutti i visitatori di voler segnalare eventuali problemi di visualizzazione, realizzazione, refusi o, semplicemente, di voler fornire consigli o critiche.

Potete usare la sezione Contatti oppure scrivere all’indirizzo email del sito.

AR ZH-CN NL EN FR DE IT PT RU ES