+ FUNZIONI , +ATTIVITA' PROFESSIONALE , +PROGETTI , architettura , energia , residenziale

Casa Turoldo, Coderno di Sedegliano (UD)

Domenico Pepe on Agosto 7, 2018

 

Descrizione dell’intervento

L’intervento sull’immobile sito in via Trieste, 20 è rivolto al suo recupero in armonia con il contesto in cui lo stesso si colloca con un’ottica di manutenzione conservativa e quindi senza alterarne l’omogeneità estetica con il Borgo.

La progettazione degli ambienti interni ha tenuto conto della loro funzione in riferimento all’orientamento dato: soggiorno, cucina e camere da letto sono disposti a sud; mentre sul lato nord sono state poste tutte le funzioni secondarie quali lavanderia, deposito, distribuzione verticale ecc..

Le immagini che giungono dalla Cina sono rappresentative del problema delle fossili: il trasporto di elevate masse di combustibile comporta rischi per l’ambiente sia nel loro utilizzo (emissioni di CO2) sia nel ciclo di estrazione, trasporto e stoccaggio (possibili incidenti).

https://goo.gl/tZbMSJ

Proprio qualche giorno fa il Corriere della Sera ci ricordava quanto sia pericoloso il trasporto/stoccaggio di metano (Austria, gasdotto esplode a Baumgarten. Descalzi: «Il prezzo del gas salirà»  https://goo.gl/EnJweJ) e quale volatilità abbia il suo costo, mentre nel caso di un non corretto utilizzo di sistemi a combustione si rischia persino la vita (Monossido a scuola, 9 alunni in camera iperbarica. Altri 30 al pronto soccorso https://goo.gl/Hc5ZnJ).

Basta scegliere: basso fabbisogno energetico compensato da energie rinnovabili o alto fabbisogno energetico coperto con sistemi con elevate potenze, elevate masse di combustibile ecc.

Le elevate potenze e le grandi masse si spostano solo a fronte di ingenti investimenti che i singoli cittadini non possono sostenere e – quindi – competono allo stato o alle grandi multinazionali/imprese; mentre gli interventi puntuali e di piccola taglia richiedono il diretto interessamento e la personale responsabilità degli interessati.

Circa il 36% del fabbisogno energetico nazionale è dovuto agli usi civili e di questa percentuale la maggior parte è dovuta per la climatizzazione.

E’ possibile costruire edifici che non hanno alcun collegamento alla rete gas come la strategia di riqualificazione energetica che abbiamo adottato per “Casa Turoldo” grazie all’iper-isolamento e all’ampliamento delle vetrate verso sud: il sole – gratis – scalda l’intero edificio. I consumi energetici e quindi la bolletta annuale si riducono del 95% con un ridotto incremento di costo rispetto ad edifici tradizionali.

Casa Turoldo è un antico edificio facente parte di una corte tipica friulana realizzata prima del 1800 a Coderno di Sedegliano, in provincia di Udine.

Il progetto ha previsto un largo utilizzo dei principi dell’architettura bioclimatica; in estrema sintesi: iper-isolamento termico, sulla facciata sud del locale sottotetto sono state apportate delle modifiche alle finestre per aumentare la superficie captante per massimizzare la captazione degli apporti solari gratuiti.

Questo edificio era stato realizzato prima del 1800 e la sua riqualificazione energetica e funzionale è emblematica del fatto che si possa intervenire con successo anche sull’edilizia storica, con caratteristiche tipologiche tipiche del luogo e con proprie singolari peculiarità morfologiche ed architettoniche, ottenendo le massime prestazioni energetiche. Il recupero è stato trattato nel rispetto dei suoi caratteri architettonici fondamentali pur senza rinunciare all’applicazione delle installazioni tecniche più innovative e con uno sguardo attento ai costi di realizzazione

L’interessamento diretto dei proprietari aiuterà loro a risparmiare ingenti risorse economiche, evitare notevoli emissioni di CO2 e ridurre drasticamente i rischi derivanti dal trasporto delle fonti non rinnovabili.

 

Quali costi d’intervento

E’ possibile effettuare alcune considerazioni in merito al ritorno economico:
scorporando l’intervento strutturale e impiantistico poiché – come è noto – tali interventi sarebbero stati comunque necessari per la ristrutturazione di un edificio di questo genere, è possibile dire che il sovracosto rispetto ad una ristrutturazione “standard” è di circa il 10%.

Per il caso specifico va detto che molte lavorazioni sono state fatte in proprio dal Committente; possiamo però stimare l’importo lavori della ristrutturazione in eccesso rispetto ai reali costi in modo da confrontare l’intervento con costi reali di mercato.

Ponendo circa 1.100 – 1.200€/mq di ristrutturazione (in alcuni casi si potrebbe raggiungere anche i 1.400€/mq), per un totale di circa 210.000€, è possibile indicare che il sovracosto rispetto ad una ristrutturazione “standard” è stato dell’ordine di 21.000€.
Anche qui a favore di sicurezza aumentiamo gli importi e consideriamo 30.000€.
Questo sovracosto è rappresentato essenzialmente da maggior coibente, dalla Ventilazione Meccanica Controllata e dal triplo vetro invece del doppio vetro per gli infissi.
Le lavorazioni aggiuntive quindi possono considerarsi detraibili al 65% lasciando in capo al Committente solo il 35% del sovracosto indicato prima (30.000€ x 0,35) per una somma pari a circa 11.000€.
Considerato che la bolletta energetica prima della ristrutturazione sarebbe stata pari a 2.000€/anno.
Si ipotizza che una ristrutturazione “standard” avrebbe portato il risparmio in bolletta a circa 600€/anno; quindi il risparmio ulteriore rispetto ad una ristrutturazione standard si attesta in 2.000€ – 150€ – 650€ = 1.200€/anno.

Calcoliamo gli anni di ritorno semplice (ROI):
11.000€ / 1.200 €/anno = circa 9 anni

Quindi in 9 anni il Committente rientrerà dei maggiori costi per aver optato per una ristrutturazione ad altissima efficienza rispetto ad una standard.

I numeri però non tengono conto del comfort termico interno… ma questa è tutta un’altra storia 😊

 

 

 

 

Hanno parlato dell’intervento

Azero n.30

https://bit.ly/2UiILKk

CasaClima, DueGradi 01/2018 pag 54 – La solidità di una casa in sassi e corsi di mattoni

https://goo.gl/JisSSx

Guida Finestra, 11/12/2017 – Ristrutturazione. Così un rustico diventa Oro secondo CasaClima

https://goo.gl/mJDaJ3

Il Friuli, 19/0/2016 – Così il vecchio rustico è diventato d’oro

https://goo.gl/bbWvGY

 

AR ZH-CN NL EN FR DE IT PT RU ES